In un sistema sanitario che tende a perseguire il profitto perdendo di vista i valori umani, in un sistema medico orientato alla cura del sintomo piuttosto che a debellare la malattia, in una visione diagnostica paralizzata dove ogni specialista indaga solo il proprio ambito senza integrarlo nel complesso delle condizioni patologiche del malato, l’Ayurveda possiede il grande pregio di considerare globalmente l’essere umano: nei suoi bisogni fisici così come in quelli spirituali e affettivi.


Secondo quest’antica saggezza, è dagli squilibri interiori che origina buona parte delle patologie che affliggono il nostro organismo. Compito principale del terapista ayurvedico non è solo di curare le malattie, ma di prevenirle evitando che questi squilibri abbiano origine. Come? Applicando rimedi semplici e naturali, a cominciare da uno stile di vita rispettoso dei propri bisogni, con il fine di preservare quell’equilibrio interiore che è alla base del benessere individuale.

 

L’Ayurveda quindi non è semplicemente una scienza medica, ma anche una filosofia di vita, una disciplina olistica.

 

A tal fine, Sat Akal Kaur ( Ingrid Halacu ) ha costituito questo sito che si propone come punto di incontro tra la cultura orientale e quella occidentale per favorire la diffusione e la conoscenza della tradizione Ayurvedica nel modo più semplice e autentico possibile.

 

L'Abyangam, il massaggio ayurvedico, è uno dei principali trattamenti codificati dall'Ayurveda: nella tradizione ayurvedica la pratica del massaggio è considerata un elemento fondamentale per il mantenimento o il ripristino di uno stato di salute ottimale.

 

Il massaggio ayurvedico esercita la sua azione sulla persona intesa nella sua unità di corpo, mente e anima, ristabilendo l'equilibrio fra le forze che governano i livelli psichico, energetico, fisiologico e strutturale, la cui disarmonia determina l'insorgere della malattia e del disagio.

 

foto di Sat Akal Kaur
foto di Sat Akal Kaur