L'ayurveda è parte dello stile di vita che ha come scopo la prevenzione e la promozione della salute agendo su quattro livelli: psicologico, energetico, fisiologico e strutturale.

Il massaggio ayurvedico attiva l'autoguarigione, cura, dà sollievo nella sofferenza, non è tossico; la sua forza è la natura.

Il massaggio é tocco, comunicazione ed esplorazione; é cura tra due persone, una attiva e l'altra passivo-ricettiva, che condividono gioia, amore, energia, affetto, attenzione e consapevolezza.

Il massaggio è la più bella arte curativa esistente e crea le condizioni necessarie per la guarigione.

E' adatto a chiunque, ad ogni creatura, essere animale o umano, a chi sta bene e a chi è malato, ai giovani e ai vecchi, all'uomo e alla donna, alla madre e al figlio.

Le piante sono sottoposte ad un massaggio naturale quando soffia il vento; gli animali si leccano, si strofinano e si accarezzano tra di loro.

Il massaggio è partecipazione reciproca con il corpo e con la mente: chi dà usa una serie di manipolazioni e di trattamenti sistematici e chi riceve lascia che questa esperienza accada. 

 

Il massaggio ayurvedico è un tonico capace di aprire la via del benessere e dell'equilibrio psico fisico dell'individuo.

Ed è valido anche per me, che lo dò in donno: prima del massaggio devo sentirmi in buona forma fisica, dopo il massaggio, le mie tensioni diminuiscono, i disturbi spariscono, il benessere è totale, fisico e psichico, sento una buona energia.

Con l'esperienza mi sono accorta di poter essere utile agli altri e, cosa ancora più meravigliosa, che riuscivo ad entrare dentro di me come in meditazione e che massaggiare mi permetteva di "crescere".

IO VIVO con il "tocco", che non è un lavoro, mi dà sempre gioia perché è per me un cammino per esplorare la mia vita: la stabilità della terra, la freschezza dell' acqua, la purezza del fuoco, il potere dell' aria, la saggezza dello spazio.

 

Per me è facile entrare dentro questo stadio quando comincio un trattamento.

Ma spesso mi rendo conto che così non lo é per la persona che giunge nella mia baracca d'arte curativa.

 

Cerco di preparare il paziente in modo che sia fiducioso, rilassato, aperto, attraverso Mantra, respirazione, dondolamento, accarezzamento, parlando o ascoltando. Ma questo parlare e ascoltare, dialogare, dovrebbe essere solamente un primo approccio, prima del vero e proprio "CON TATTO".

 

Permettetemi di darvi alcuni semplici consigli per avere il massimo, alla fine di una seduta ayurvedica.

 

Essere pronto

chi riceve non deve essere troppo stanco e deve abbandonarsi, essere lontano dai pasti, dall'acool e della droga; dovrebbe aver evacuato l'intestino e la vescica, preferibilmente aver fatto una doccia ed essere a stomaco vuoto; deve togliersi tutti i gioielli e rimanere con addosso il minimo indispensabile.

Fiducia

bisognerebbe aver fiducia in chi dà, accettare tutto il suo "dare", rilassarsi completamente, abbandonarsi alle sue cure senza rifiutarlo.

Abbandono

chi riceve dovrebbe tenere gli occhi chiusi e respirare liberamente quando è rilassato, molto profondamente quando le pressioni producono dolore; non deve nascondere di provare dolore e piacere, ma esprimere le sue sensazioni;

non pensare, ma percepire tutto ciò che accade;

non alzare la testa, le braccia o le gambe, ma lasciare che il proprio corpo sia alzato e spostato da chi dà.

Recepire

è meglio astenersi il più possibile dal parlare, essere consci del massaggio e del movimento delle mani;

non dormire, essere nel dormi veglia, stato di totale relax e recepire;

 

stai comodo, con il corpo rilassato, chiudi gli occhi e rimani in silenzio;

non seguire i tuoi pensieri e non cercare di controllarli; 

non fare-non immaginare-non sognare;

tutto ciò che devi fare è ... osservare;

e se non riesci, OSSERVA!

sii testimone di tutto ciò che accade;

se non ci riesci, presta attenzione al tuo respiro ( stai respirando? ), lascialo fluire liberamente, sii consapevole di ogni inspiro ed espiro; 

liberati dalle tensioni e assorbi la nuova energia;

comunica con l'energia cosmica; 

Disintossicazione

Alcune volte, prima di ricevere un CICLO completo di trattamenti, è necessario disintossicare l'organismo, seguendo le indicazioni del terapista ( sia alimentari che abbitudinarie );

quando lo si fa, i risultati dei trattamenti approno delle nuove porte, non solo della guarigione ma ben di più!

 

 

Coltivo sempre, prima di un trattamento, la pace, l'amore e l'affetto, meditando su un fiore o un bambino.

Consiglio vivamente la stessa cosa anche a te, che decidi di dedicarti uno spazio di benessere, di arte curativa, insieme a me nella mia baracca. 

 

 

Grazie, pace e amore nei nostri cuori!

 

 

foto di Sat Akal Kaur
foto di Sat Akal Kaur